Ultima modifica: 20 dicembre 2013
Il Liceo > Organi collegiali

Organi collegiali

CONSIGLIO D’ISTITUTO E GIUNTA ESECUTIVA

I lavori del Consiglio d’Istituto (all. n. 1) sono preceduti dalla convocazione della Giunta Esecutiva che ha il compito di elaborare gli argomenti da porre in discussione nel Consiglio al quale compete la gestione finanziaria e patrimoniale, la definizione delle attività negoziali e l’atto di indirizzo degli orientamenti generali della scuola.

COLLEGIO DEI DOCENTI

Il Collegio dei Docenti (all. n. 2) è formato da tutti gli insegnanti della scuola, è presieduto dal dirigente scolastico e funziona in forma unitaria. Funge da segretario il collaboratore.

Ha potere deliberante in materia di funzionamento didattico dell’Istituto del quale valuta periodicamente l’andamento.

Il Collegio si riunisce per 40 ore per le riunioni collegiali di programmazione, di studio e di verifica e al massimo per altre 40 ore per incontri di dipartimento, consigli di classe (all. n. 3). Inoltre, a seconda dei bisogni e delle necessità, il collegio programma diversi incontri di aggiornamento e autoaggiormanento.

DIPARTIMENTI

L’attività del Dipartimento è coordinata da un docente scelto dal Dipartimento stesso e incaricato dal Dirigente Scolastico (all. n. 4).

I dipartimenti si riuniscono ogni due mesi e sono costituiti dai docenti di disciplina.

In tali incontri vengono definiti gli obiettivi disciplinari, confrontate le diverse metodologie d’insegnamento, scelti i contenuti essenziali, individuate le modalità di verifica, condivisi i criteri di valutazione, stabiliti tipologia e numero minimo di prove, modalità e tempi di correzione. Inoltre, offrono indicazioni per le attività di approfondimento, di potenziamento e di recupero.

CONSIGLI DI CLASSE

L’attività dei Consigli di classe, (all. n. 5 – C.d.c. 2013-2014) composto da docenti, due rappresentanti dei genitori e due rappresentanti degli studenti (all. n. 6 e 6a), è coordinata da un docente incaricato dal Dirigente scolastico (all. n. 7); la verbalizzazione dei lavori viene fatta da un segretario scelto fra gli altri componenti il Consiglio (all. n. 7).

I Consigli di classe si riuniscono secondo un piano di lavoro prestabilito, di norma nel pomeriggio con congruo preavviso.

Per i docenti impegnati in più scuole vengono adottati opportuni calendari di riunione.

Il docente coordinatore prepara la documentazione necessaria per lo svolgimento del consiglio secondo i punti all’ordine del giorno stabiliti di volta in volta.

In tali sedi le programmazioni delle singole discipline convergono in un piano di lavoro unitario, che tiene conto del profilo della classe e si realizza nella condivisione degli obiettivi formativi, comportamentali e di apprendimento.

COMITATO GENITORI

E’ composto dai rappresentanti di classe e ha come fine, in collaborazione con la scuola, la costruzione di una comunità scolastica attenta ai bisogni formativi degli utenti. Favorisce e promuove rapporti positivi tra scuola e famiglia e tra scuola e società civile.

COMITATO STUDENTESCO

E’ composto dai rappresentanti di classe, dai rappresentanti d’Istituto e della Consulta con il compito di favorire il raccordo tra le assemblee di classe, le assemblee di Istituto e il Consiglio di Istituto. A tal fine coordina le richieste delle classi, formula proposte in merito ad iniziative sociali, culturali e sportive.

Richiede la convocazione delle assemblee di Istituto, propone l’ordine del giorno e ne garantisce lo svolgimento ordinato.

CONSULTA DEGLI STUDENTI

Gli studenti che rappresentano l’Istituto a livello provinciale sono due e sono eletti in occasione dell’elezione dei rappresentanti di classe e dei rappresentanti di Istituto. I due studenti eletti garantiscono il collegamento tra il proprio Istituto e gli altri Istituti esistenti in provincia favorendo il più ampio confronto e la massima collaborazione.

ORGANO DI GARANZIA

E’ previsto dall’art. 99 del Regolamento di Istituto.

Composizione: Dirigente Scolastico, due docenti (nominati nel Consiglio di Istituto) uno studente (nominato nel Consiglio di Istituto) e un genitore (nominato nel Consiglio di Istituto).

Compiti:

  • Esamina e valuta i ricorsi degli studenti sottoposti a procedimento disciplinare